Descrizione immagine
Descrizione immagine








IN COLLABORAZIONE CON: 

Descrizione immagine
Descrizione immagine
Descrizione immagine

 EDIFICI PASSIVI 


PASSIVHAUS

Alla base del concetto di Edificio Passivo vi sono le novità e le iniziative che si stanno mettendo in atto nell’ambito dei servizi di qualità nel sistema edilizio europeo e nazionale, nel rispetto ed applicazione dei principi di efficienza energetica, sostenibilità ambientale riqualificazione del territorio e confort abitativo. 

 

A partire dal 2021 tutti i nuovi edifici costruiti in Europa dovranno rispondere alle caratteristiche di “passività”, con un consumo energetico per il riscaldamento entro un limite massimo di 15 kilowattora all’anno per metro quadro, mentre il consumo di energia totale, comprendendo quindi anche luce, elettrodomestici, acqua calda non deve superare i 40 kilowattora per metro quadro all’anno. Meno di un quarto rispetto ai consumi di un edificio tradizionale.  

Per raggiungere questi obiettivi interverremo in fase progettuale, per le nuove costruzioni, o in fase di ristrutturazione - riqualificazione per un vecchio edificio. Alla base vi sono la competenza dei nostri tecnici specializzati e la scelta di materiali adeguati.

Ristrutturazione con componenti di Casa Passiva in Toscana 

Sono possibili con le ristrutturazioni di edifici esistenti risparmi energetici molto consistenti. Il focus principale è sui seguenti aspetti:

  • Migliorato isolamento termico (basato sul principio "se deve essere fatto, facciamolo opportunamente")
  • Minimizzazione dei ponti termici
  • Miglioramento della tenuta dell'aria
  • Installazione di finestre di qualità e tenuta termica eccellente
  • Ventilazione con recupero di calore efficiente
  • Generazione di calore efficiente
  • Usi di fonti di energia rinnovabili 

UN ESEMPIO PRATICO DEI CONSUMI DI UN EDIFICIO PASSIVHAUS: una Passivhaus necessita per il riscaldamento di un quantitativo di combustibile inferiore a circa 1,5 metri cubi di gas naturale (pari a 15 kWh) per anno per metro quadro di superficie utile. Per fare un  confronto, un nuovo edificio costruito in Italia secondo i parametri minimi richiesti dalla vigente normativa richiede ancora da 6 a 10 metri cubi di gas annui per metro quadro di superfice utile 

 

Un gran numero di esempi di edifici già esistenti e riqualificati secondo gli standard Passivhaus dimostrano un risparmio energetico tra il 75% e il 90%, tuttavia, a causa dei ponti termici che ancora rimangono dopo la ristrutturazione di vecchi edifici, ottenere la certificazione Casa Passiva standard non è sempre un obiettivo realistico. Ecco perchè, per tali edifici, esiste una certificazione specifica, ovvero ristrutturazione certificata utilizzando componenti di Casa Passiva".

 

Queste sono le stesse misure che applichiamo, con successo, in nuove costruzioni con standard passivi.

 

La Paggetti Casa fornisce servizi di consulenza per progetti di ristrutturazione - riquilificazione di vecchi edifici e nuove costruzioni.